Pioggia

Avrebbe potuto fermare il mondo e la sua frenetica corsa verso la tranquillità …

invece correva; non lo faceva con il corpo, lei correva con la mente; voleva arrivare

a un passo, uno solo, davanti al mondo, osservarlo girare e poter gridare la propria

immobilità. Allora avrebbe visto qualcuno (ma doveva sbrigarsi!) rallentare e poi … fermarsi

per chiedersi se era reale, se poteva esistere qualcosa di così potente da poter andare,

completamente sola, controcorrente. Lei avrebbe fatto solo un passo indietro, stavolta, ancora

un piccolissimo margine tra la corsa e il silenzio del vantaggio,

muovendo i piedi, il sinistro che ritrovava senza fretta il destro, solo per prendere

tempo e poterlo scarventare al di là del pensiero, dove la fatica asciugava sudore sugli occhi

del tempo.

Avrebbe potuto fermare il mondo se il mondo l’avesse vista,

se il pensiero avesse corso più del mondo e se il mondo si fosse fermato  …

davanti alla pioggia

=======================

“Norma”

Pioggiaultima modifica: 2016-05-25T08:46:19+00:00da NORMAGIUMELLI
Reposta per primo quest’articolo

Comments are closed.