Tu, Ally ed io

Erano piccole le stelle che teneva tra le mani … avevano la forma del mare e del cielo,

si toccavano e si perdevano sul suo piccolo palmo e lei le lasciava scendere e rotolare

come fossero coriandoli colorati. Ally era piccola, così minuta da passare inosservata, ma

così splendente da riuscire a catturare qualsiasi sguardo per un istante, un solo unico

istante … e in quell’istante i coriandoli ritornavano stelle che lei soffiava sui visi stanchi, sulle

rughe di preoccupazione, sui sorrisi spenti e sulle lacrime nascoste … ma per farlo, Ally,

doveva volare insieme a loro e bagnarsi scivolando da ogni guancia, aggrapparsi e stendersi

nel folto di una sopracciglia austera, cadere sull’unico punto morbido di labbra tese e

accocolarsi piena di tenerezza sul bracciolo della poltrona beige. Lei era attenta e

osservava le mani delle persone che le correvano accanto senza conoscerla; lei volava …

e aveva ali enormi, ma senza polverina … quella l’aveva regalata tutta sfiorando le persone.

Ally era una fatina, la più piccola che fosse mai esistita e l’unica ad avere la magia non sulle ali,

ma tra le mani, custodita nella delicatezza di un soffio …

Erano piccole le stelle che teneva tra le mani … e forse ancora più piccole erano le sue mani;

ma la luce che sprigionavano era l’unica che poteva appoggiarsi sul cuore.

Ally ero io, ed eri anche tu … ogni volta che la forza di volontà ci riempiva di luce e di magia

per un solo brevissimo istante … ed Ally sei tu e lo sono anche io … ogni volta che riusciamo a

prolungare lo sguardo, tanto da arrivare a guardarci dentro e ritrovare quella polverina che

dalle ali si è impigliata tra le nostre dita … allora possiamo volare ..

========

-Norma-

Tu, Ally ed ioultima modifica: 2016-07-13T07:30:35+00:00da NORMAGIUMELLI
Reposta per primo quest’articolo

Comments are closed.